daniela del boca

professore ordinario di economia,
direttore del centro child

Daniela Del Boca, Professore Ordinario di Economia è anche direttore del Centro CHILD (Centro di Economia della Famiglia)  al Collegio Carlo Alberto e Membro del Consiglio Generale della Compagnia di San Paolo. 

Nel 2007 ha ricevuto l’onorificenza di “Commendatore” della Repubblica Italiana. 

 

 

 In questa intervista si parla di:

  • carriera accademica in economia 
  • l’importanza di avere un buon mentore
  • alcuni consigli di inizio carriera
 

Quando è nato il suo interesse verso le materie economiche? Ci racconta brevemente la sua carriera?

Il mio interesse per l’economia è nato quando ho cominciato gli studi universitari ed ho cominciato a studiare le differenze di genere nella famiglia e nel mercato del lavoro. Ho poi approfondito queste analisi che in Italia erano ancora poco studiate quando ho fatto il Dottorato presso la Wisconsin University a Madison.

Ho cominciato la mia carriera universitaria prima al politecnico di Milano e poi all’Università di Torino. Da sempre mi è interessato l’aspetto microeconomico dell’economia, gli individui nel mercato del lavoro e nella famiglia, gli equilibri e le sperequazioni tra ruoli, età, genere. Oltre alla carriera accademica mi è sempre interessata la comunicazione con un pubblico più ampio per cui sono stata sempre interessata a scrivere su giornali economici online come lavoce.info.

Quali sono secondo lei i fattori che limitano la presenza femminile nelle posizioni apicali, in ambito economico ma non solo?

Gli uomini tendono a fidarsi di più degli uomini e quindi a parità di competenze scelgono di lavorare con colleghi maschi.

Negli ultimi anni però questa situazione sta cambiando sia per la presenza di una legislazione più favorevole sia perchè le donne hanno investito di più nell’istruzione superiore e hanno dimostrato anche in ambito accademico competenze e originalità di approcci. Tuttavia esiste ancora una cultura in alcuni ambiti più che in altri dove prevale una visione tradizionale del ruolo femminile.

Che cosa invece possono fare le donne? Alcuni consigli per le giovani laureate?

Nel 2000 ho fondato CHILD un centro di ricerche su tematiche di genere, economia della famiglia e istruzione che ha riunito sin dall’inizio molte ricercatrici interessate a temi simili ai miei. Ho incoraggiato decine di studentesse e studenti e seguire gli interessi che preferivano e li stimolavano e non quanto era richiesto per fare carriera più velocemente. Di conseguenza, la maggior parte di loro hanno fatto un ottima carriera, e sono oggi in istituzioni internazionali e università straniere e italiane.

Altre storie che potrebbero interessarti ...

Flavia Barca
Giovanna Boggio Robutti
Graziella Bertocchi
Valentina Bosetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Follow by Email
Facebook
LinkedIn
Instagram